Gambero Rosso 2019

“Di madre in filia”, è il payof della cantina Antonella Corda. Sta a indicare il passaggio generazionale e il travaso di esperienze all’interno di questa famiglia che il vino lo produce e lo commercializza da cinque generazioni. Un interesse che Antonella Corda (laureata in Agraria con un master alla Fondazione Mach) ha ereditato da sua madre Maria Argiolas (figlia del grande Antonio Argiolas), così come ha ereditato nel 2010 i vigneti, dando vita a un progetto d’alta qualità nelle campagne di Serdiana, a nord di Cagliari, per la valorizzazione dei vitigni autoctoni.
Quattro anni di sperimentazione, la costruzione della cantina nel 2013 e le prime bottiglie nel 2016. E, dopo soli due anni dall’esordio sul mercato, il Gambero Rosso l’ha scelta come Cantina emergente dell’Anno, nella Guida Vini d’Italia 2019. Si tratta del secondo riconoscimento di questo tipo a un’azienda di Serdiana (nel 2014 toccò a Cantine Pala), segno che questo centro del Parteolla è ormai uno stabile punto di riferimento per la viticoltura sarda e italiana.
“Non ci aspettavamo così presto un premio di tale livello” commenta la giovane produttrice “ritengo siano state apprezzate la qualità dei nostri vini e la volontà di dare valore al territorio attraverso il prodotto”. Quindici ettari in produzione, 30 mila bottiglie e l’idea di trovare la massima espressione delle uve Vermentino, Nuragus e Cannonau, attraverso una meticolosa analisi di suoli e microclimi, l’uso di sovesci, di inerbimenti e l’eliminazione dei pesticidi in funzione di un minor impatto ambientale.
Coadiuvata dall’enologo Luca D’Attoma e da Andrea Carpi per la parte commerciale, oggi la cantina Antonella Corda commercializza i suoi vini nel circuito Horeca, con una propensione all’export del 60%. “Abbiamo il potenziale per crescere ulteriormente” conclude Corda “ma vogliamo assestarci su dimensioni piccole, privilegiando gli aspetti qualitativi”.